Informarsi

  • Informarsi tramite i canali ufficiali (Autorità cantonali, Ufficio federale della sanità pubblica, Organizzazione mondiale della sanità).
  • Fissare dei momenti precisi nella giornata per informarsi, evitare di farlo di continuo.
  • Fare attenzione alle informazioni false: verificare sempre l’attendibilità sui siti ufficiali, non lasciarsi travolgere e non trasmetterle ad altre persone.

Si possono adottare due strategie complementari per mantenere il controllo e ridurre l'ansia. In primo luogo, è importante limitare la ricerca e la lettura di informazioni alle fonti ufficiali e legittime, come l'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP), le Autorità cantonali o l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS). Queste sono fonti di informazione attendibili, essenziali per mitigare la paura e evitare il panico, che può essere provocato dalla disinformazione. 
In secondo luogo, è importante porre dei limiti al "consumo" di notizie riguardanti l’attuale epidemia ed evitare quindi un'eccessiva esposizione alla copertura mediatica. Il monitoraggio costante degli aggiornamenti, delle notizie e dei social media riguardo al nuovo coronavirus può intensificare il sentimento di preoccupazione. Per evitare ciò, può essere opportuno disattivare le notifiche automatiche e concedersi una pausa dalle notizie. Fissando dei limiti alla quantità di notizie da leggere, guardare o ascoltare, sarà più facile concentrarsi sulla propria vita e sulle attività che possiamo controllare.
 

RISORSE

Top