Tensioni e stress in casa e in famiglia

La condizione di confinamento a casa può contribuire a creare tensione all’interno delle famiglie. È importante sapere che:

  • concedersi un po’ di tempo, uscire a prendere una boccata d’aria da soli, nel rispetto delle disposizioni cantonali e federali, può aiutare a ridurre la tensione;
  • un atto di violenza non è mai giustificato, neppure in caso di forti tensioni;
  • la rete contro la violenza domestica rimane operativa anche durante questo periodo di pandemia;
  • le vittime di violenza domestica possono lasciare il loro domicilio e trovare accoglienza fuori casa in qualsiasi momento;
  • se si è testimoni o vi è un sospetto fondato di atti di violenza è opportuno contattare la polizia.

Un confinamento a casa può creare una sensazione di “affollamento” e “soffocamento”. La convivenza forzata e la conseguente riduzione del proprio spazio personale possono aumentare lo stress e l'ansia e acutizzare le tensioni. Se si avverte un aumento della tensione, è importante prenderla in giusta considerazione. È possibile ridurla ritagliandosi, per esempio, un po' di tempo per se stessi, dedicandosi ad un’attività sportiva adatta al contesto, chiamando un amico o un familiare, concedendosi un momento in solitudine o semplicemente prendendo una boccata d’aria, sempre nel rispetto delle disposizioni cantonali e federali. Esistono consigli concreti per aiutare a gestire la tensione in casa (vedi le risorse qui di seguito). 

In questo particolare frangente, nelle coppie e nelle famiglie che hanno già vissuto episodi di violenza domestica, vi è il rischio che la situazione peggiori ulteriormente. Tuttavia, neppure le restrizioni dovute all’epidemia, né la forte pressione che chiunque può avvertire in questo momento, giustificano un atto di violenza. È importante che le vittime di atti di violenza chiedano aiuto tempestivamente. La rete contro la violenza domestica, che include una serie di servizi e luoghi d’accoglienza, resta operativa anche durante il periodo della pandemia (vedi i contatti utili qui di seguito).

Ognuno ha un ruolo di responsabilità se confrontato con atti di violenza. Se si è testimoni, o se si hanno dei sospetti fondati, è opportuno chiamare la polizia. È anche importante rafforzare i contatti con amici o familiari che attraversano situazioni di difficoltà.
 

CONTATTI UTILI NEL CANTONE TICINO

INFORMAZIONI

RISORSE

Top